Da Moncalieri…come usano il nostro denaro

Ciao don Davide.
Eccomi, a estate conclusa e dopo quella che avrebbe dovuto essere una pausa estiva, ma, come puoi ben immaginare, visto il lavoro che svolgo e i tempi che corrono, della sosta ha avuto ben poche caratteristiche.
Sono continuati gli arrivi di profughi, a questi si sono aggiunti casi di bambine e di giovani donne maltrattate, sfruttate e altro ancora che non dico. La presa in carico di queste situazioni ha comportato un impegno ed una esposizione, nostra e delle forze dell’ordine, che va oltre ogni immaginazione, credimi. Ci sono state anche nascite in relazione a queste situazioni e ce ne stiamo occupando. Per contro, è divenuto molto difficile poter accogliere donne vittime di tratta nelle strutture piemontesi, per cui ci stiamo rivolgendo ad altre regioni; nel frattempo ci affidiamo a case famiglia con grande esperienza, ma con quasi nessuna possibilità di rimborso da parte nostra!
La povertà ha ovviamente incrementato gli sfratti e la carenza di alloggi a disposizione da parte dei comuni, ha reso davvero drammatiche situazioni già di per sé dolorose . Abbiamo affrontato in agosto situazioni di violenza familiare molto pesanti, proprio perchè, quando tutto sembra apparentemente più tranquillo, le disperazioni più acute, esplodono.
Con la “cassaforte” dei vostri preziosissimi aiuti abbiamo fatto cose grandi davvero, tutte documentate e tutte in favore di situazioni e di nuclei che non saremmo riusciti ad arginare altrimenti con le risorse pubbliche che, essendo davvero limitate, vengono utilizzate nel rispetto di regole rigide. Abbiamo aiutato nuclei familiari o persone sole con redditi molto bassi, ma fuori dai limiti posti, per acquistare abbonamenti per mezzi pubblici, pagare tasse scolastiche, pagare bollette scadute da tempo, evitando il distacco di utenze domestiche indispensabili. Abbiamo acquistato farmaci non mutuabili e non recuperabili neppure attraverso Croce Rossa, per persone anziane; acquistato libri usati per ragazzi della scuola media inferiore e di un istituto tecnico e comperato borse spesa con beni di primissima necessità per i casi più disperati, a fronte di dispense e frigoriferi vuoti. Abbiamo anche pagato due mensilità di affitto in una situazione di estrema fragilità, permettendo così di arginare il peggio.
A parte segue il rendiconto preciso di quando utilizzato e di ogni singola spesa. Sappiate che ogni prelievo è meditato e ogni spesa è fatta con oculatezza estrema, nel rispetto del dono che è stato fatto dalla Vostra Comunità a questo territorio. Proprio per questa ragione, abbiamo ancora, 212 € che teniamo preziosi, perchè con l’approssimarsi del freddo, aumenteranno i bisogni sia di riscaldamento che di viveri, in particolare di persone anziane.
Credetemi, ogni volta che sono riuscita a dire:”….non si preoccupi, forse possiamo aiutarla con quello che amici di una Parrocchia vicina a Pinerolo ci hanno donato….”, il sorriso, la stretta di mano, il ringraziamento ricevuto, avrei voluto trasmettervelo all’istante.
Lo faccio ora, con tutto il cuore! Grazie davvero.
E un Grazie speciale per l’accoglienza che hai riservato ai nostri bimbi nelle attività estive della tua Parrocchia!!
Vera

Ricevuti da inizio anno € 700,00 + € 700,00 + €15 (residuo dello scorso anno)
• Acquistati 2 abbonamenti mezzi pubblici per ragazzi in tirocinio lavorativo € 110,00
• Pagate 2 mensilità affitto € 160,00
• Acquisto farmaci (pomate) € 46,00
• Pagate tasse scolastiche per 2 iscrizioni scuola media e 1 istituto tecnico € 130,00
• Contributo per il pagamento di prima quota tassa II anno universitario (ad una
ragazza già aiutata lo scorso anno, che ha superato con ottimi voti tutti gli
esami del primo anno) figlia di una famiglia molto povera € 200,00
• Pagate 3 bollette Eni Gas e Luce € 236,00
• Acquistato libri usati per 3 ragazzini € 118,00
• Acquistato cibo € 95,00
• Acquistate scarpe per ragazzo profugo € 38,00
• Consegnati ad un signore solo, con ragazzino per acquisto cibo € 40,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *